Quasi tutti hanno avuto un conflitto con un collega ad un certo punto della sua carriera. Alcuni conflitti sono più facili da risolvere rispetto ad altri, ma anche per quei conflitti difficili da risolvere, sai che puoi sempre andare dal tuo capo per chiedere aiuto.

Ma cosa succede quando il collega con cui hai un problema è il tuo capo?

Ecco dove le cose si complicano. Come ti difendi da solo senza creare cattivo sangue tra te e la persona che determina il tuo stipendio? Affrontare il tuo capo non è mai facile, ma evitarlo non farà sparire il problema. Utilizzare i seguenti passaggi per resistere al vostro superiore nel modo giusto.

Dagli un minuto. Se il tuo capo fa o dice qualcosa per arrabbiarti o turbarti, evita di dire qualcosa nel calore del momento. Questo è quando le emozioni sono al loro massimo e si rischia di dire qualcosa di cui ti penti. Invece, prenditi un po ‘ di tempo per rinfrescarti e aspetta di parlare con il tuo capo in modo calmo e razionale.

Tempo giusto. Invece di cercare di “catturare” il tuo capo in un momento casuale, pianifica un incontro uno contro uno. Mettendo da parte un tempo specifico sul calendario del tuo capo vi assicurerà di avere la sua piena attenzione e portare a una conversazione più produttiva. Se non vuoi essere specifico, dì al tuo capo che vuoi discutere di una questione personale e lascia perdere.

Pianificare in anticipo. Prima di incontrare il tuo capo, pensa a cosa vuoi dire e cosa vuoi uscire dalla conversazione. Crea un elenco (mentale o scritto) di punti che vuoi fare ed essere pronto a discutere esempi specifici di volte in cui il tuo capo ha mostrato un comportamento fastidioso e come quel comportamento ti ha impedito di fare il tuo lavoro in modo efficace. Cerca di rimanere il più obiettivo possibile quando discuti il tuo problema e separa i fatti dalle emozioni.

Usa le istruzioni “I”. Quando parli del tuo problema, usa le dichiarazioni ” I ” per ottenere il tuo punto di vista. L’uso di dichiarazioni ” I ” ti impedisce di fare affermazioni accusatorie (e ingiuste) che portano solo a più conflitti e incomprensioni. Ad esempio, invece di dire “Mi stai dando troppo lavoro”, dì: “Mi sento sopraffatto dal mio carico di lavoro.”Non solo la prima affermazione rischia di mettere il tuo capo sulla difensiva, ma presuppone anche che il tuo capo sia consapevole di come il suo comportamento ti stia influenzando, il che potrebbe non essere il caso. Con la seconda dichiarazione (la dichiarazione “I”) stai assumendo la proprietà dei tuoi sentimenti e dando al tuo capo l’opportunità di presentare il suo lato della situazione, aprendo la strada a una conversazione più produttiva.

Presenta una soluzione. Non basta venire alla riunione con una lunga lista di reclami, aspettando il tuo capo per risolvere il problema per voi. Vieni con una soluzione proposta, che non solo dimostrerà la tua volontà di lavorare verso una soluzione, ma dimostrerà anche un’iniziativa impressionante.

Parlare con il tuo capo di un problema che hai con il tuo capo non sarà mai facile, ma non ti stai facendo alcun favore evitandolo. Al contrario, si finirà probabilmente con un rapporto migliore con il tuo capo e una migliore esperienza di lavoro come risultato. Dovresti parlare con il tuo capo e nulla cambia, tuttavia, potrebbe essere il momento di parlare con HR.

Insoddisfatto del tuo lavoro? Check out 8 segni avete bisogno di un cambiamento di carriera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.