Lo stile di vita del nuotatore a piedi nudi può essere pericoloso per i piedi. In primo luogo, c’è lo sfregamento e l’asciugatura che deriva dal camminare sui ponti della piscina ruvida e ammollo in acqua ricca di cloro per ore e ore. Poi ci sono i batteri e funghi che crescono selvaggiamente in ambienti umidi come ponti piscina, docce, e spogliatoi che possono intoppo un giro su piedi ignari.

Long Beach, California., podologo Lyle Nalli ha trattato e operato su malattie legate al piede dal 1988. Peeling, pelle irritata tra le dita dei piedi è il problema più comune che vede nei pazienti, ma questa condizione fastidiosa spesso non è accompagnata da malattia.

Le infezioni più comuni che i nuotatori incontrano sono il fungo dell’unghia del piede e il piede d’atleta. Entrambi sono causati da dermatofiti, un gruppo di funghi che crescono sui capelli, sulla pelle e sulle unghie. I funghi associati al piede d’atleta causano più spesso pelle traballante o vesciche tra le dita dei piedi. Quando il fungo penetra le unghie dei piedi, le unghie possono diventare oscurate, più spesse, irregolari o distorte in forma. I nuotatori più anziani sono più suscettibili alle infezioni fungine come quelli che hanno sofferto in precedenza di malattie fungine.

I corinebatteri possono anche devastare i piedi. I segni di questo tipo meno comune di infezione sono macchie bianche o fosse sulla pianta dei piedi.

Prevenzione

Batteri e funghi prosperano in ambienti caldi e umidi. Un modo semplice per evitare l’esposizione a un’infezione come il piede d’atleta o il fungo dell’unghia del piede è indossare scarpe da doccia o sandali sul ponte e negli spogliatoi e nelle docce e sempre asciugare accuratamente i piedi prima di indossare le calzature.

Nalli avverte che le scarpe possono ospitare funghi e batteri e dovrebbero essere regolarmente disinfettate e raccomanda alle persone che sudano eccessivamente di applicare un antitraspirante sul fondo dei piedi per inibire l’umidità.

Se, tuttavia, hai raccolto un fungo o un’infezione batterica, non disperare. Ci sono molte opzioni disponibili per porre rimedio a queste condizioni.

Rimedi

Dopo aver consultato un dermatologo, Illinois Masters nuotatore Skip Montanaro di Evanston, Malato., cominciò ad applicare la crema antifungina Lotrimin ai suoi piedi e scuotendo la polvere antifungina nelle sue scarpe. Raccomanda anche di lavare i calzini in acqua calda e cambiarli ogni giorno.

Questi tipi di trattamenti topici sono talvolta preferibili ai prodotti anti-fungini ingeriti, che sono spesso prescritti per il fungo dell’unghia del piede, perché i farmaci somministrati internamente possono causare effetti collaterali indesiderati come diarrea e mal di testa.

“Preferisco Ecoza in quanto non solo tratta i funghi ma ripara anche la pelle”, afferma Nalli, sottolineando che i trattamenti topici sono efficaci solo nei casi in cui il fungo non è penetrato nelle unghie. Una volta che si verifica, dice che i farmaci orali o il trattamento laser sono le uniche soluzioni praticabili.

Studi aneddotici suggeriscono rimedi olistici possono aiutare. I nuotatori alla ricerca di una soluzione naturale per le infezioni del piede possono voler ascoltare i consigli del medico di salute naturale Pam McMahon-Vorrasi. McMahon-Vorrasi, che ha un dottorato di ricerca. in Salute naturale e possiede Viaggio al benessere, una pratica di benessere olistico Tucson-based, dice che mantenere il corpo alcalinizzato può aiutare a frenare queste infezioni.

” La maggior parte dei terapeuti e dei medici olistici ritiene che l’acido citrico possa uccidere i funghi. Anche l’olio dell’albero del tè e l’argento colloidale sono grandi, così come il chaparral. Spremere mezzo limone in acqua e bere la prima cosa al mattino è un ottimo modo per farlo. Nessun batterio può crescere in un ambiente alcalinizzato. Contrariamente a quanto la maggior parte potrebbe pensare, i limoni tagliano tutta l’acidità”, dice. Raccomanda anche di immergere i piedi in un bidone d’acqua con mezza tazza di aceto e mezzo limone.

Se i rimedi olistici o da banco non migliorano la condizione, o se hai il diabete o altre condizioni che possono complicare le infezioni del piede, dovresti consultare il tuo medico di base o podologo.

Altre sostanze irritanti e soluzioni

I climi aridi e caldi possono indurre calli e piedi secchi e screpolati. Arizona Masters Swim Club membro Carl Marriott ha lottato con la pelle sui talloni di cracking “per tutto il tempo che posso ricordare. Mia moglie continuava a dirmi di mettere la lozione per le mani su tutti i miei piedi prima di andare a letto e di indossare calze”, ma ignorò i suoi suggerimenti. “Quando ci siamo trasferiti in Arizona la scorsa estate è peggiorato, così ho finalmente preso il suo consiglio. I miei piedi sono morbidi, ora. Sono quasi imbarazzato da come si sentono smasculine”, scherza.

Per trattare i piedi incrinati in modo olistico, McMahon dice che l’olio di emu o l’olio di cocco faranno il trucco. “Mettilo prima di andare a letto la sera”, suggerisce.

Per altre preoccupazioni antiestetiche del piede, alcuni nuotatori hanno rimedi semplici. New York City nuotatore Rich Bernstein sfiora calli con una pietra pomice e utilizza Flexitol tallone balsamo per ammorbidire la pelle. Neil Salkind, un nuotatore Arizona Masters che vive a Lawrence, Kan., dice che usa Cerave con acido salicilico e unguento curativo Aquaphor.

Con una miriade di soluzioni disponibili, i nuotatori non devono più rassegnarsi ad avere piedi dolorosi, brutti e infetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.