Suzanne Somers non è estranea alle controversie mediche.

Ad esempio, l’attrice della Compagnia dei Tre e guru della Coscia ha affermato che il suo aspetto giovanile continuato è dovuto alla terapia ormonale sostitutiva bioidentica (BHRT)*.
Nel 2001, Somers è stato diagnosticato un cancro al seno. Aveva una lumpectomia e radiazioni, ma ha rifiutato di sottoporsi a chemioterapia.
Nel novembre 2008, Suzanne Somers ha annunciato che le è stato diagnosticato un cancro inoperabile da sei medici, ma ha appreso una settimana dopo che era stata diagnosticata male.
Durante questo periodo, ha intervistato i medici sui trattamenti contro il cancro e queste interviste sono diventate la base del suo libro, Knockout: interviste con i medici che stanno curando il cancro . Nel suo libro, Somers promuove trattamenti alternativi contro il cancro, per i quali ha ricevuto dure critiche dall’American Cancer Society.
Questa settimana, Somers ha rivelato qualcosa di nuovo – un nuovo seno, ricostruito usando una procedura sperimentale!
La procedura, chiamata Ricostruzione del seno con cellule staminali derivate adipose, è stata eseguita presso l’Hollywood Presbyterian Medical Center lo scorso agosto dal chirurgo plastico Joel Aronowitz, MD.
La procedura è stata eseguita per la prima volta da Keizo Sugimachi, MD in Giappone. In una serie di 21 pazienti, lo spessore del tessuto mammario è migliorato significativamente in tutti i pazienti di un mese dopo l’intervento. Ancora più importante, il miglioramento non è diminuito significativamente nei prossimi 12-18 mesi. E il 79% dei pazienti intervistati ha dichiarato di essere soddisfatto dei risultati.
La procedura è stata successivamente sottoposta a prove di ricerca in diversi centri europei. La signora Somers è stata arruolata come primo soggetto umano nel trial di ricerca statunitense:

Cosa sono le cellule staminali derivate dagli adiposi?

L’innesto di grasso, noto anche come trasferimento di grasso o trapianto di grasso, è disponibile da molti anni. In parole povere, si riferisce a succhiare il grasso da un posto (presumibilmente indesiderato) e iniettarlo in un altro (preferito). Tuttavia, secondo J. Peter Rubin, MD, capo della chirurgia plastica presso l’Università di Pittsburgh:

Il più grande problema riscontrato con l’innesto di grasso è che il grasso può perdere volume o essere assorbito dal corpo nel tempo, lasciando meno di un effetto dal trattamento originale.

Tuttavia, il tessuto grasso è costituito da più di cellule adipose. Contiene anche quei beniamini della terapia genica cells cellule staminali!

E il tessuto adiposo contiene proporzionalmente più cellule staminali rispetto ad altri tessuti-circa una cellula staminale per 100 cellule adipose, rispetto al midollo osseo, che ne contiene una per 250.000-400.000 cellule.
Negli adulti, le cellule staminali agiscono come un sistema di riparazione per il corpo, riparando i tessuti adulti rilasciando sostanze chimiche che incoraggiano la crescita e incoraggiando la formazione di vasi sanguigni per nutrire i tessuti.L’utilizzo di tessuto adiposo arricchito con cellule staminali può prevenire alcuni dei problemi associati al semplice innesto di grasso.

Come vengono utilizzati nella ricostruzione del seno?

Secondo il Dr. Aronowitz, ” Il trattamento con cellule staminali ha il vantaggio di produrre una ricrescita naturale del tessuto grasso all’interno del seno, dandogli un aspetto morbido e naturale e sentire usando il grasso della donna.”
Nella procedura:
1. Il tessuto grasso viene rimosso dall’addome, fianchi e/o cosce (circa 400-600 cc), utilizzando tecniche di liposuzione di routine.
2. Il grasso rimosso è diviso in due parti:

  • Una metà viene messa in una speciale macchina che, in una” complessa serie di lavaggi e centrifugazioni ad alta velocità “(chiamata” celutron ” picture foto a destra), separa il grasso dalle cellule staminali.
    Quasi un milione di cellule in media sono isolate da ogni goccia 1 cc di grasso liposuzione.
  • Tali cellule staminali vengono quindi aggiunte all’altra metà del grasso raccolto.

3. La miscela viene iniettata nel seno per riempire i difetti.
Il Dr. Aronowitz riferisce anche che:

” Il miglioramento delle dimensioni del seno è immediato, ma la migliore qualità della pelle e la rigenerazione o la ricrescita del grasso richiede circa 3-6 mesi poiché le cellule adipose più grandi che non sopravvivono al processo di trasferimento vengono sostituite da nuovi tessuti rigenerati dal gran numero di minuscole cellule staminali. Il miglioramento della consistenza, della qualità e del colore della pelle del seno danneggiato dalla chirurgia e dalle radiazioni inizia immediatamente e inizia a mostrare clinicamente in circa 2 mesi.”

Ci sono dubbi sulla procedura?

Per la maggior parte dei nuovi farmaci o interventi chirurgici, i medici eseguire soggetto umano di ricerca (un.k.un. studi clinici) su volontari:

  1. Per vedere se la procedura non fa quello che dice di fare
  2. Per valutare la sicurezza della procedura
  3. Per vedere quanto tempo i risultati dureranno
  4. Per vedere se ci sono complicazioni che potrebbero verificarsi in seguito lungo la strada

Dr. Rubin ha delineato alcuni dei problemi che i ricercatori stanno cercando in studi clinici per questa procedura.
1. Gli effetti benefici della crescita delle cellule staminali possono causare la ricrescita delle cellule del cancro al seno?
Dr. Rubin ha studiato la crescita delle cellule del cancro al seno in presenza di cellule staminali. Le cellule tumorali a crescita rapida possono essere influenzate dalle cellule staminali, ma le cellule di cancro al seno dormienti (non attive) non sembrano colpite. Egli raccomanda che la procedura sarebbe quindi meglio per i pazienti che sono clinicamente privi di cancro. Questo può avere qualche influenza sul tempo della ricostruzione.
2. L’intervento interferirà con lo screening di follow-up per il cancro al seno?
Qualsiasi iniezione di grasso nel seno può produrre cicatrici e piccole calcificazioni nel seno-alcuni dei cambiamenti che i radiologi cercano sulla mammografia per rilevare il cancro . Questo potrebbe portare ad un alto tasso di biopsie inutili?
Fortunatamente, finora, i risultati non sembrano essere diversi da quelli trovati in pazienti che hanno subito un intervento chirurgico di riduzione del seno. Assicurarsi che il radiologo conosce la storia medica completa è probabilmente la lezione più importante qui.
3. Ci sono altre complicazioni di cui dovremmo essere a conoscenza?
Come in qualsiasi procedura di innesto di grasso, il grasso può formare grumi duri. Questo è noto come necrosi grassa ed è un tipo di cicatrici. Può causare fossette della pelle su di esso e può essere tenera al tatto.

In sintesi

La ricostruzione del seno con cellule staminali adipose è una prospettiva entusiasmante per i sopravvissuti al cancro al seno. Ma è ancora considerato sperimentale e dovrebbe essere studiato a fondo prima di essere considerato lo “standard di cura.”
L’uso di questa tecnologia in altre aree del corpo mostra anche grandi promesse. Il Dott. Rubin dice che sta eseguendo uno speciale studio clinico utilizzando cellule staminali derivate adipose per guerrieri feriti con lesioni facciali.

Cosa ne pensi?
  • Suzanne Somers era prematura nella sua chiamata per la procedura “per essere la prima opzione” per le donne con cancro al seno?
  • Prevedi che le cellule staminali derivate dall’adiposità diventino lo “standard” per l’aumento del seno?
  • In un articolo di Wired del 2010, intitolato All Natural: Perché il seno è la chiave per la medicina rigenerativa, gli autori suggeriscono che la ricostruzione del seno con cellule staminali è solo il primo passo nella nuova scienza della medicina rigenerativa, quando le tecniche saranno applicate a problemi diversi come la riparazione di infarti miocardici, lesioni renali a seguito di terapia del cancro e incontinenza dopo prostatectomia. Sei d’accordo?

———-
*BHRT è un termine mal definito che si riferisce all’uso di ormoni a base vegetale che sono identici, a livello molecolare, con ormoni endogeni nella terapia ormonale sostitutiva. È stato promosso come cura per molte malattie oltre il sollievo dei sintomi della menopausa e / o riducendo il rischio di osteoporosi (gli obiettivi della terapia ormonale sostitutiva tradizionale). Non ci sono prove a sostegno di queste affermazioni. Commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.