La destinazione più settentrionale del mondo in pieno inverno? In realtà è facile, sicuro, confortevole, bello e affascinante, con ottime possibilità di vedere l’aurora boreale.

Svalbard è più o meno l’unica destinazione accessibile del pianeta dove è possibile vedere la rara e fugace aurora diurna durante la lunga notte polare. Naturalmente, questo non significa che non vedrai l’aurora notturna più comune. Con il suo clima desertico artico, Svalbard ha notti più limpide con possibilità di vedere l’aurora boreale rispetto alla maggior parte degli altri luoghi nella cintura dell’aurora boreale. Inoltre, c’è una vasta gamma di escursioni progettate per trarre il massimo vantaggio da questo.

Inverno buio

Da novembre a febbraio Le Svalbard sono completamente avvolte nell’oscurità, anche a mezzogiorno. Tuttavia, la luce delle stelle illumina sorprendentemente bene il paesaggio e i contorni della montagna. Le persone guidano motoslitte e vanno in slitta trainata da cani con potenti fari, e gradualmente inizi a dimenticare che è buio. I turisti preferiscono generalmente brevi escursioni, scegliendo di rilassarsi e godersi l’atmosfera amichevole nei ristoranti e bar accoglienti di Longyearbyen.

Informazioni pratiche su Longyearbyen

Dove si trova Longyearbyen?

Longyearbyen è la più grande città dell’arcipelago artico delle Svalbard. La città si trova a 78 gradi a nord, e circa 900 chilometri dalla terraferma norvegese.

Posso visitare Svalbard tutto l’anno?

Sì, si tratta di collegamenti aerei giornalieri da Tromsø e Oslo.

  • 01
  • 02
  • 03
01: Nybyen (letteralmente, “la città nuova” a Longyearbyen in luce blu © Marcela Cardenas
02: Longyearbyen nella Notte Polare © Jarle Røssland
03: Si può aderire organizzato una gita con la motoslitta durante la visita Svalbard

un cielo color Pastello

La prima metà di novembre e la prima metà del mese di febbraio segna l’inizio e la fine del buio mesi, noto anche sulle isole Svalbard come twilight mesi. Questo è quando il buio è rotto da un luccichio di rosa pastello, oro e argento nei cieli del sud. Prima che la notte prenda il sopravvento, il paesaggio è immerso in un profondo blu velluto.

Inverno leggero

Tra marzo e maggio, la luce torna rapidamente, e si può godere il sole di mezzanotte dalla fine di aprile. Questo è l’inverno leggero, quando gli abitanti delle Svalbard fanno lunghi viaggi in motoslitta, sci e slitta trainata da cani. Gli appassionati esperti di outdoor con un amore per le lunghe escursioni tendono a visitare in questo periodo. Questa è anche l’alta stagione turistica, e ci sono più gite organizzate in offerta in questo periodo dell’anno rispetto a qualsiasi altro.

Ci sono un sacco di cose da fare sulle Svalbard

Ci sono così tante escursioni in offerta a Longyearbyen che, come visitatore, hai davvero bisogno di dedicare un po ‘ di tempo a decidere quali sono le migliori per te. I tour in motoslitta vanno da brevi escursioni panoramiche al punto panoramico in alto nella valle di Todalen a lunghi viaggi sulla costa orientale, dove potresti vedere l’orso polare occasionale. Gite in slitta trainata da cani visita diverse valli, lontano dalle motoslitte, e le escursioni attraverso le grotte di ghiaccio sotto il ghiacciaio Longyearbyen ti trasportano in un mondo ghiacciato di cristalli e ghiaccioli. Le spedizioni sciistiche e alpinistiche sono adatte per avventurieri esperti, mentre altri possono godere di escursioni con le racchette da neve più brevi. Ci sono anche escursioni Aurora boreale con veicoli cingolati caterpillar. Tutte le escursioni disponibili sulle Svalbard sono gestite da guide esperte che sono piene di informazioni e assicurano che ti diverti mentre ti tieni al sicuro.

  • 01
  • 02
  • 03
01: non lasciate la città senza una guida o una pistola © Jarle Røssland
02: Le Luci del Nord delle Svalbard © Jarle Røssland
03: Main road nella città di Longyearbyen © Jarle Røssland

la Vita a Longyearbyen

Il mondo non ha molti piccoli centri di 2000 abitanti, che hanno tanto da offrire, come Longyearbyen. Poiché non c’è IVA sulle Svalbard, è un posto fantastico per acquistare abbigliamento e attrezzature all’aperto nei negozi sportivi ben forniti della città. Mentre fai acquisti, concediti una tazza di caffè nel café più settentrionale del mondo, o un po ‘ di pizza o cibo tailandese in uno dei ristoranti più informali di Longyearbyen. Naturalmente, Svalbard vanta anche molti ristoranti raffinati, e l’antico centro culturale Huset è famoso per la sua cucina elegante e la cantina ben fornita. La vita notturna delle Svalbard non è meno impressionante, con numerosi bar accoglienti che offrono una grande atmosfera e una gamma di bevande sofisticate a prezzi duty-free. I residenti delle Svalbard amano riunirsi nell’oscurità invernale e raccontare storie sulla vita nell’Artico, e potresti persino finire in coda davanti al furgone kebab più settentrionale del mondo.

Una comunità artica alta

Longyearbyen è sia una comunità urbana completamente funzionale e un avamposto artico. Sarete sorpresi di quanto normale la città sembra, con negozi, asili nido, una scuola, una clinica medica, una banca e un centro culturale con un cinema. Tuttavia, piccoli cartelli che dicono “per favore lascia qui la tua arma da fuoco”, una tuta da motoslitta ben piegata su uno sgabello in un bar e il suono delle motoslitte che si avviano ti ricordano che sei a 78 gradi nord. Il Museo delle Svalbard è un museo pluripremiato che ti racconta tutto sulla storia e la natura delle Svalbard. Molte persone visitano anche Galleri Svalbard e la chiesetta.

Sano e salvo nell’Artico

Svalbard è una destinazione sicura per tutti coloro che utilizzano Longyearbyen come base e parte per escursioni organizzate nella natura selvaggia con una guida qualificata. Le guide hanno una formazione completa sulla sicurezza e portano tutte le attrezzature necessarie per garantire la sicurezza dei loro ospiti. Ogni guida sa anche cosa si può e non si può fare nell’ambiente naturale vulnerabile e nei siti del patrimonio culturale protetto e, naturalmente, come comportarsi negli incontri con l’impressionante ma imprevedibile orso polare. Si è permesso di lasciare Longyearbyen non accompagnati, ma questo è a proprio rischio ed è consigliato solo per esperti esperti deserto. I pericoli posti dagli orsi polari, il clima e la mancanza di copertura del telefono cellulare lontano dalle aree popolate rendono questo ambiente particolarmente impegnativo. Tuttavia, se si sceglie di esplorare senza una guida, si prega di assicurarsi di essere a conoscenza delle normative pertinenti e sapere come prendersi cura della propria sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.