Otto tecniche di disciplina distruttiva

Ecco gli otto distruttivi, tutti gli approcci disciplinari da cui allontanarsi, non importa quanto sia terribile il comportamento di tuo figlio. Variano da semplicemente inefficaci a molto terribili, ma ciò che tutti hanno in comune è che queste tecniche sono tutte più distruttive che costruttive. Non sto includendo questi per darti nuove idee; sono qui per convincerti ad eliminarli dal tuo kit di strumenti disciplinari.

Le seguenti otto “tecniche” (torture?) non sono sulla strada per un bambino ben educato:

  • colpa
  • umiliazione
  • discorsi offensivi
  • abuso fisico
  • azione punitiva e di ritorsione
  • minacce
  • trappole
  • trattenere affetto

Colpevole di imporre la colpa?

” Cosa stai cercando di fare, uccidermi?”Mentre c’è un aspetto positivo del senso di colpa (imparare a sentirsi in colpa quando si sta facendo qualcosa di sbagliato è un aspetto importante dell’apprendimento dell’autocontrollo), imporre il senso di colpa a tuo figlio la fa sentire risentita e troppo auto-giudicante. Vuoi che tuo figlio abbia abbastanza feedback negativi per fermare il comportamento scorretto, non vuoi che si sguazzino, si strisciano e si sentano per sempre pessimi. (Ok, forse in questo preciso, arrabbiato secondo che fai, ma pensaci, non è davvero quello che alla fine vuoi.)

Perché altrimenti i genitori meravigliosi depongono i sensi di colpa sui loro figli? A volte i genitori lo fanno perché è quello che hanno fatto i loro genitori. A volte è un tentativo di suscitare empatia. Non funziona.

Il senso di colpa è particolarmente distruttivo quando viene imposto ai bambini all’inizio dell’adolescenza, quando sono già profondamente coscienti di sé e denigratori.

L’umiliazione fa male

L’umiliazione (e con questo intendo quelle forme di punizione vecchio stile come far stare un bambino in un angolo con un berretto da somaro, tirargli giù i pantaloni e sculacciarlo in pubblico, lavargli la bocca con il sapone o mandarlo a letto senza cena) logora l’immagine di sé e il rispetto di sé di un bambino.

L’umiliazione insegna a un bambino che non lo apprezzi. Rispetta il tuo bambino-il suo corpo, la sua mente e il suo ego. Non sottovalutare mai il danno che si può fare umiliando un bambino. Uno dei fattori scatenanti più comuni del suicidio nei bambini e negli adolescenti è un’esperienza umiliante. Il suo senso di sé è un fiore molto delicato, facilmente calpestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.