Il Sacramento Violence Intervention Program (SVIP) è un programma di intervento di violenza tra pari che serve la regione greater Sacramento. Il suo obiettivo è quello di sostenere le età giovani violentemente feriti 14 a 26 riducendo le loro possibilità di ri-lesioni e recidiva.

Con il supporto del nostro partner del programma, Kaiser South Sacramento, SVIP ha ampliato per lavorare in contesti scolastici con scuole e giovani che sono a rischio di essere coinvolti nella violenza e/o in libertà vigilata per la violenza.

SVIP forma e impiega giovani adulti della comunità che hanno superato la violenza nella propria vita. I membri dello staff SVIP sono cresciuti in comunità simili a quelle dei partecipanti al programma e comprendono le condizioni che i loro clienti e le loro famiglie affrontano ogni giorno. Il personale serve come case manager e mentori, lavorando a stretto contatto con i giovani e le loro famiglie per aiutarli a condurre una vita di successo senza violenza. Questi” specialisti di intervento ” promuovono alternative positive alla violenza e coordinano i servizi wrap-around per i giovani e le loro famiglie fornendo informazioni, rinvii e servizi di follow-up intensivi per un massimo di un anno.

Il programma è perfettamente integrato nelle operazioni del Kaiser Trauma Center e soddisfa i clienti quando sono ricoverati in ospedale. SVIP lavora quindi in stretta collaborazione con altri programmi di WellSpace Health e fa rinvii a risorse della comunità come assistenti sociali, fornitori di salute mentale della contea, ufficiali di prova, amministratori scolastici e altre organizzazioni basate sulla comunità.

Per domande sul programma SVIP, chiamare il numero (916) 233.4431 e selezionare l’opzione 2.

Clicca qui per controllare un’intervista con DeAngelo Mack, pubblicata nel numero di giugno 2016 di Sacramento County – ACES Connection.

Lettera di testimonianza:

” Probabilmente non ti ricordi di me, ma mi ricordo di te-chiaramente. Alcuni anni fa, sono stato vittima (sopravvissuto) di un crimine violento in una palestra di South Sacramento. Il giorno seguente, ricordo di essermi svegliato dopo l’intervento chirurgico e l’infermiera mi ha chiesto se sarei stato d’accordo con un assistente sociale dello Sforzo (ora noto come WellSpace Health) che veniva a parlarmi. Ho accettato, non sono davvero sicuro di quello che un assistente sociale sarebbe in grado di aiutarmi con.

Sei venuto a parlarmi in tono calmo e rassicurante, mi hai fornito una cartella di risorse (che ho ancora) e mi hai aiutato a iscrivermi al risarcimento delle vittime di reato.

Non lo sapevi, ma questo evento e interazione probabilmente comuni per te mi hanno enormemente influenzato. È stato un lungo recupero, sia fisicamente che emotivamente, ma quell’esperienza è stata la definizione della vita. Ho capito che avevo trovato la mia vocazione e anch’io volevo dedicare la mia vita ad aiutare gli altri.

A quel tempo, lavoravo come insegnante di scuola materna, ma ora sto lavorando come avvocato della famiglia e ho presentato la mia domanda di scuola di specializzazione per il lavoro sociale. Ho incluso questa esperienza nella mia dichiarazione personale, accreditando la nostra interazione come un momento decisivo in cui ho capito che il lavoro sociale era dove risiede la mia passione. Attraverso un gruppo di networking, ho visto la tua email che chiedeva assistenza per la connessione a una risorsa per il tuo cliente, il tuo nome mi ha colpito e ho rapidamente effettuato la connessione. Volevo inviarti questa e-mail perché pensavo che dovresti sapere che il tuo lavoro è inestimabile e così impattante.

Ricordo vividamente un’interazione che si è verificata allora e quell’esperienza mi ha sempre plasmato. Voglio anche ringraziarti perché anche se stavi solo facendo il tuo lavoro, ha significato molto parlare con qualcuno che mi ha permesso di capire che anche se questo era il momento più difficile della mia vita, tutto sarebbe andato bene. Chiaramente è stato perché ho guadagnato molto di più di quanto ho perso. Grazie ancora. Sono sempre grato per questa esperienza.”

Ex cliente del programma di intervento sulla violenza di Sacramento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.