Richard V. Reeves, senior fellow of Economic Studies e co-direttore del Center on Children and Families presso il Brookings Institute, afferma che legacy è solo una delle tante considerazioni fatte dai dipartimenti di ammissione al college che danno un vantaggio significativo ai candidati provenienti da famiglie benestanti.

“Le preferenze legacy favoriscono enormemente i ricchi, così come molte preferenze per determinate abilità atletiche, abilità musicali e così via. I figli di grandi donatori sembrano ottenere un’ammissione quasi automatica”, dice Reeves alla CNBC Make It. “La differenza tra questo schema illegale e i modi legali in cui il denaro acquista l’accesso è di grado, non di tipo.”

Invece di considerare l’eredità, Reeves consiglia ai college di considerare un sistema di lotteria che tenga conto dei fattori economici per costruire sistemi di ammissione meno confusi e più equi.

“Dovremmo iniziare a pensare all’idea di assegnazione economica dell’azione in modo efficace, che è quello di dare l’urto che diamo ai bambini ricchi di eredità ai bambini poveri non legacy”, dice. “Qualcuno che lo fa anche in una dura scuola superiore del sud-est DC come i miei figli, o vicino anche a mio figlio in una scuola superiore pubblica di classe media a Bethesda, probabilmente merita un posto più dei miei figli.”

Ti piace questa storia? Iscriviti a CNBC Farlo su YouTube!
Da non perdere:

  • Ecco chi si qualifica per la class-action intentata in risposta allo scandalo ammissioni
  • Perché gli esperti dicono che il scandal 25 milioni di ammissioni al college scandalo è ‘solo la punta dell’iceberg’
  • 7 delle accuse più scioccanti del scandal 25 milioni di ammissioni al college scandalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.